Grillo attacca il sistema PD-MPS: peste rossa e mafia del capitalismo

grillo assemblea mpsIl ciclone Beppe Grillo si presenta all’assemblea dei soci del Monte dei Paschi di Siena (delegato da un piccolo azionista) e si scatena in una invettiva contro il sistema di potere Pd-Mps. Definisce il PD, senza citarlo, la “peste rossa” che “non ha per ora nomi, ma ha un preciso indirizzo, via Nazareno Roma”. Considera Siena e la commistione tra politica e denaro il “cuore del voto di scambio”. Per il guru a 5Stelle la vera mafia del capitalismo è a Siena e non in Sicilia. Una frase che ha fatto esultare non pochi italiani.

Grillo comincia il suo discorso citando il decreto di archiviazione dell’inchiesta sugli ex vertici di Mps, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni, per affermare che “Mussari e Vigni obbedivano a ordini di politici locali e nazionali e anche se i giudici non ne fanno i nomi è evidente che sono politici del PD che aveva il controllo della Fondazione Monte dei Paschi”.

La svalutazione del titolo di MPS, continua Grillo, è “devastante”. Nel 1999 valeva 5 euro, oggi 10/20 centesimi: “La più grossa distruzione di valore della storia finanziaria del Paese e forse dell’Europa”. Il comico-politico attacca Amato, D’Alema e Bassanini che “da Sinistra” negli anni ’90 bollarono come “palla al piede dell’economia nazionale” il sistema bancario pubblico. Le banche pubbliche cominciarono così ad essere privatizzate, fino a che non si giunse alla crisi americana dei mutui subprime che investì anche i tre principali istituti di credito italiani, una volta pubblici: Unicredit, Intesa Sanpaolo e Mps. “Tutte tecnicamente fallite” dice Grillo, e non a torto.

“Siena è stata la città più rossa d’Italia – dice Grillo – anche il 58% dei voti al vecchio PCI. Ma i vecchi, ottimi compagni, quelli dell’antifascismo, della lotta partigiana e poi delle lotte contadine e operaie, si erano guardati bene da mettere le mani nella banca. Ma quei compagni non ci sono più o non hanno più potere”. Con la metamorfosi del Pci in Pds, poi Ds e, infine, Pd le nuove generazioni di politici hanno sottratto la ricchezza a chi la produceva per dissiparla fino a consumarla. Quella che Grillo definisce la “peste rossa”, appunto.

L’anno della svolta è il 1995, quando l’istituto di Rocca Salimbeni viene privatizzato e l’allora Pds, accusa Grillo, tramite il Comune e la Provincia di Siena prende possesso della Fondazione a cui era stato assegnato il 100% delle azioni Mps. Da quel momento “la banca smette di fare utili” e paga sontuosi dividendi agli azionisti “mangiandosi il capitale e le riserve”. Il processo di disfacimento di Mps “diventa rovinoso” nel 2001 allorché il Pd nomina Mussari presidente della Fondazione. Nel 2006 il manager calabro-toscano si “autonominerà” presidente della banca e sarà responsabile delle disastrose operazioni Banca 121 e Antonveneta.

Grillo fornisce una dettagliata ricostruzione della fallimentare acquisizione di Antonveneta fino al 2011, sollevando il dubbio che anche Bankitalia e Consob fossero coinvolte perché non hanno sollevato alcuna obiezione quando “non potevano non vedere”. Secondo il guru del M5S, il quasi fallimento di Mps è tutta colpa delle ingerenze indebite del Pd. Non manca nemmeno un tocco di giallo con l’accenno al suicidio di David Rossi, anche questo da attribuirsi, almeno “moralmente”, al Pd.

L’ultimo capitolo del suo intervento Grillo lo dedica alla nuova gestione Profumo-Viola. L’ex numero uno di Unicredit, fortemente voluto dal sindaco senese Franco Ceccuzzi del Pd, è sospettato di aver coperto il debito di 600 mln di euro che Sorgenia di Carlo De Benedetti (tessera n.1 Pd) ha contratto con il Monte. Ma non solo, perché Grillo lo accusa anche di stare svendendo quel che resta della banca ai “mostri della finanza Usa” come il fondo di investimento Black Rock. L’invito rivolto agli azionisti è quello di fermare la peste rossa.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: