Renzi presenta la segreteria Pd: ecco chi sono i “magnifici 12”

Boschi LottiSe l’essere giovani è sinonimo di capacità, competenza e sicuro successo nella politica italiana, allora i membri della nuova segreteria Pd scelti da Matteo Renzi partono con il piede giusto. Dopo il boom elettorale delle primarie (3 milioni di votanti e 68% delle preferenze), l’appena insediato segretario Democratico non ha perso tempo. Si è precipitato a Roma nella sede centrale del partito a via del Nazareno e ha iniziato a dettare le condizioni a quelli della vecchia guardia (dalemiani, governisti lettiani, fioroniani) usciti con le ossa rotte dai gazebo. Il primo diktat riguarda i 12 membri della segreteria, 7 donne 5 cinque uomini, età media 35 anni, ambiziosi, rampanti e, soprattutto (anche se con i dovuti distinguo), tutti renziani.

È stato lo stesso Renzi, nel corso della conferenza stampa tenuta al Nazareno, a snocciolare i nomi dei suoi collaboratori. Il fidato Luca Lotti sarà il responsabile dell’organizzazione, Stefano Bonaccini degli enti locali, Filippo Taddei dell’economia, Maria Elena Boschi delle riforme, Francesco Nicodemo della comunicazione, Marianna Madia del lavoro,  Davide Faraone di welfare e scuola, Federica Mogherini delle questioni europee, Deborah Serracchiani delle infrastrutture. Chiudono la lista Chiara Braga all’ambiente, Alessia Morani alla giustizia e Pina Picierno alla legalità.

Di questi 12, alcuni possono vantare il patentino di renziani purosangue, anche se Renzi ha già ufficialmente sciolto la corrente renziana per lui “mai esistita”. Tra questi c’è sicuramente Luca Lotti. Definito da Claudio Cerasa sul Foglio il “Gianni Letta” di Renzi, il giovane Lotti (classe 1982) deve essere considerato a tutti gli effetti il braccio destro del neo-segretario. Conosciuto Renzi nel 2005, quando il capo del Pd era ancora presidente della Provincia di Firenze, l’empolese Lotti diventa una figura pubblica nel 2012 quando si getta anima e corpo nella sfida che Renzi lancia a Bersani alle primarie per la premiership. Nel 2013 arriva anche il seggio assicurato a Montecitorio e, adesso, la poltrona di vice-segretario del Pd.

 

Sempre secondo Cerasa, insieme a Lotti è Maria Elena Boschi, 32 anni di Montevarchi, uno dei pochi ad aver acquisito “il diritto di dire di “no” al sindaco”. Onorevole anche lei, scritturata come volto telegenico dai talk-show e animatrice della Leopolda, la Boschi si definisce “una tosta” nell’intervista rilasciata a Giulia Cerasoli di Chi. Rifiuta l’appellativo di “giaguara della Leopolda” e “amazzone di Renzi”, ritenuti “sessisti”. È avvocato ma le malelingue, causa la sua avvenenza, la sospettano di avere un flirt con Renzi e Roberto D’Agostino su Dagospia non ha paura a definirla la “renziana bona”. Anche Stefano Bonaccini –segretario Pd Emilia Romagna, coordinatore della campagna elettorale di Renzi e assolto recentemente nel processo Chioscopoli– è un renziano di ferro. Così come risulta renziano il parlamentare siciliano Davide Faraone. Nato con Renzi anche Francesco Nicodemo, animatore di un blog.

Pescati fuori dal recinto renziano sono Chiara Braga (alla Camera dal 2008), la 37enne ex bersaniana Alessia Morani, il membro delle commissioni Esteri e Difesa di Montecitorio Federica Mogherini, il consigliere economico di Pippo Civati Filippo Taddei e la parlamentare campana Pina Picierno. Discorso a parte, invece, va fatto per Deborah Serracchiani e Marianna Madia. Da poco divenuta presidente della Regione Friuli, e volto noto del salotto di Ballarò, la Serracchiani puntava a scalare il Pd quando Renzi non se lo filava ancora nessuno. Adesso che tutti la credono renziana il gioco si è rivelato più facile del previsto. Discorso molto simile per Marianna Madia, anche lei folgorata sulla via di Firenze. Designata da Walter Veltroni come capolista nel Lazio per la corsa alla Camera nel 2008, nessuno potrà mai levarle di dosso la fama di essere molto carina e molto raccomandata. Con Veltroni e D’Alema avviati alla rottamazione la Madia ha spiccato il salto sul carro renziano.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: