Torna Forza Italia, azzerato Alfano. Il Predellino 2 di Berlusconi

Silvio Berlusconi ha deciso: il Pdl non esiste più, si torna al primo amore Forza Italia. È un Cavaliere raggiante quello che si concede un bagno di folla (di giornalisti) in via del Plebiscito, al termine di un Ufficio di presidenza che a Palazzo Grazioli ha visto trionfare i lealisti per 19 a 0. Dopo quello del 2007, un Predellino 2 per Berlusconi. Sepolte, probabilmente per sempre, le ambizioni di Angelino Alfano di mettere le mani sul partito. Anzi, il delfino dal quid ritrovato si ritrova senza la poltrona di segretario perché Berlusconi ha deciso di sposare in pieno la “linea Fitto” ed ha azzerato tutte le cariche del partito, in attesa che il Consiglio Nazionale convocato per l’8 dicembre sancisca ufficialmente la rinascita di Forza Italia.

A quel punto sarà il Cavaliere, titolare delle fidejussioni che tengono in vita il centrodestra, a proporre nomi nuovi e volti giovani per Forza Italia 2.0. Da tempo si parla della discesa in campo della figlia Marina. Ma tra un mese e mezzo è probabile che i conti con gli alfaniani, o gli innovatori come li chiama Formigoni, siano già stati fatti. Alfano si trova adesso con le spalle al muro. Sembra già un pallido ricordo la tracotanza con cui il 2 ottobre, giorno della fiducia al governo Letta, l’ex segretario sventolava la lista dei nomi degli scissionisti e minacciava la formazione di gruppi autonomi. Fino a ieri c’era la scusa della crisi economica da affrontare, oggi la motivazione sarebbe la mancata adesione a Forza Italia. Praticamente un tradimento che porterebbe i congiurati a fondare un partitino di centro con risultati elettorali alla Fini: lo zero virgola.

 

La mossa di Berlusconi manda all’aria i piani dei governativi. Formigoni, Giovanardi e Sacconi non hanno partecipato alla riunione e hanno già fatto intendere, soprattutto Giovanardi, che in Forza Italia non ci entreranno mai. La delegazione ministeriale formata, oltre che dal vicepremier Alfano, da Quagliariello, Lupi, Lorenzin e De Girolamo mantiene al momento uno sbigottito silenzio, mentre i pontieri Schifani e Gasparri provano a ricucire lo strappo, ma con un piede già ben saldo sul carro di Forza Italia. Adesso non resta che attendere le prossime mosse. Molti commentatori sono sicuri che il redde rationem tra lealisti e governativi ci sarà l’8 dicembre, data fatidica in cui si terrà anche il congresso Pd, ma la cacciata dei centristi filo lettiani potrebbe avvenire anche prima, magari con una Notte dei lunghi coltelli meno cruenta e aggiornata al teatrino della odierna politica italiana.

Il prossimo Consiglio Nazionale vedrà Alfano partecipare con le mani legate ed una palla di piombo attaccata al piede. Se la matematica non è un’opinione, infatti, degli 800 delegati autorizzati a parteciparvi, 600 avrebbero già sottoscritto un documento pro Forza Italia fatto girare da Raffaele Fitto. I 200 rimasti non hanno nemmeno i numeri per arrivare a 1/3 dei votanti e bloccare così il passaggio dal Pdl a Forza Italia.

Nel corso della conferenza stampa Berlusconi si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. Ha lasciato la porta aperta ad Alfano (“se vorrà potrà mantenere l’incarico”), ma allo stesso tempo ha bollato i ministri come poltronisti (“Sono invece prevalse in questi ministri umane preoccupazioni per una mancata loro rielezione in caso di crisi”). La sensazione è che l’abbraccio mortale del Caimano, così come anticipato da Informazioneweb, voglia soffocare il traditore Alfano e che la rivolta degli innovatori si concluderà in un bagno di sangue, tra defezioni, pentimenti e abbandoni più o meno forzati. La carriera di Angelino non sembra avere invece alternative: o maggiordomo al servizio di Berlusconi, oppure capo di un partito centrista, un “centrino”, dall’appeal elettorale di poco superiore al Nulla.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: