Inchiesta Fonsai: la dinastia “a scacchi” dei Ligresti

Era da più di un anno, aprile 2012, che la procura di Torino aveva cominciato ad interessarsi degli affari della famiglia Ligresti. L’inchiesta sui presunti bilanci allegri della compagnia assicurativa di famiglia, la Fonsai, aveva messo in allarme da tempo i vertici delle società controllate dalla Ligresti Family. Oggi che una buona fetta della dinastia del patron Salvatore è finita dietro le sbarre con le gravissime accuse di  falso in bilancio aggravato per grave nocumento al mercato e manipolazione del mercato stesso, cominciano ad emergere le loro pesanti responsabilità nella gestione di Fonsai e Premafin.

Don Salvatore Ligresti si trova in realtà agli arresti domiciliari, mentre il destino di tre dei suoi figli sarà quello di vedere il cielo a scacchi, almeno per i prossimi mesi. Giulia e Jonella si trovano infatti in carcere a Torino, mentre Paolo è riuscito per il momento a sottrarsi alla giustizia italiana, anche perché risiede in Svizzera dal 1996, risulta pure cittadino elvetico e , fanno sapere i suoi legali, “non ha nessuna intenzione di lasciare il territorio svizzero dove ha il centro dei propri interessi e dove risiede da anni con la famiglia”. Le esigenze di custodia cautelare sono scattate perché la famiglia dei furbetti Ligresti avrebbe potuto sia reiterare il reato che occultare prove decisive, oltre che fuggire comodamente all’estero grazie alle ingenti somme presenti nelle loro disponibilità grazie anche alla truffa architettata con Fonsai.

 

Ma quale era il gioco contabile che ha permesso alla Family -coadiuvata dagli ex amministratori delegati di Fonsai, Fausto Marchionni ed Emanuele Erbetta e dall’ex vicepresidente Antonio Talarico, anche loro arrestati- di stornare dai bilanci della società qualcosa come 253 milioni di euro? Secondo il procuratore aggiunto di Torino, Vittorio Nessi, la vicenda si presenta come uno “spaccato inquietante” perché “una società assicurativa molto importante era piegata agli interessi di una parte dell’azionariato, quello che contava. I Ligresti attraverso Premafin detenevano oltre il 30 per cento della società”. In pratica, spiega il magistrato, la banda dei Ligresti aveva fatto sparire centinaia di milioni di euro tra le maglie della holding di famiglia e quelle di Premafin che erano stati incassati come utili, invece di risultare come perdite.

Una furbata che è costata cara ai soliti, sfigatissimi, risparmiatori (almeno 12mila secondo gli inquirenti), con una perdita di valore del titolo Fondiaria per circa 300 milioni e la conseguente manipolazione di mercato. Don Salvatore è caduto naturalmente dalle nuvole di fronte agli uomini della Guardia di Finanza del generale Giuseppe Gerli che lo mettevano agli arresti. “I miei figli non c’entranoha piagnucolato Ligresti senior- non hanno avuto il ruolo che gli attribuiscono in questa vicenda. Sono sicuro di poter dimostrare la nostra estraneità, la nostra innocenza”. Giustificazioni campate per aria se si deve dare credito all’ordine di custodia cautelare firmato dal gip Silvia Salvadori secondo la quale Jonella, Giulia e Paolo hanno goduto per anni di benefit milionari come auto di lusso e appartamenti a Roma e Milano, tutti ovviamente pagati con i soldi dei risparmiatori Fonsai.

Secondo il giudice, nel triennio 2008-2010 (nonostante il crollo del titolo Fondiaria-Sai) Jonella Ligresti avrebbe percepito compensi per 9 milioni, Giulia Ligresti per 3,4 milioni, Antonio Talarico per 8 milioni, Fausto Marchionni per 15 milioni, Gioacchino Paolo Ligresti per 10 milioni, Emanuele Erbetta per 2.8 milioni. Ecco perché Marchionni, intercettato al telefono, parlando dei viaggi di Paolo Ligresti tra la Svizzera e Cayman, diceva che “lo seguiranno poi anche gli altri”. Un piano di fuga fallito miseramente.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: