Il governo Letta nomina 30 sottosegretari e 10 viceministri

Enrico Letta non ha intenzione di perdere tempo. Nella serata di giovedì, a poche ore dal ritorno del premier dal suo tour europeo, è stato convocato un Consiglio dei Ministri straordinario nel quale sono state assegnate tutte le poltrone di governo ancora vacanti. 30 sottosegretari e 10 viceministri, questo il numero dei nominati. 40 posti a sedere che vanno ad aggiungersi ai 23 membri del governo già in carica. Le iniziali pretese dello strano bipartito Pd-Pdl (Franceschini da una parte e Verdini dall’altra) erano salite fino alla richiesta di 68 tra vice e sottosegretari, numero poi ridotto per via delle pressioni di Letta, deciso a mantenere almeno una parvenza di sobrietà.

Se nell’assegnazione dei posti di governo si è potuto assistere ad una logica spartitoria da manuale Cencelli –un po’ al Pd, un po’ al Pdl e qualche grossa briciola al Centro-, il Cdm di ieri ha mostrato per intero a quali livelli di sviluppo è arrivata l’arte dell’inciucio all’italiana. Tra nomi di grido e illustri sconosciuti al grande pubblico niente è stato lasciato al caso. A coadiuvare il ministro dell’Interno Angelino Alfano sarà Filippo Bubbico del Pd, noto per aver fatto parte del gruppo dei 10 saggi nominati da Napolitano e già sotto processo per abuso di ufficio. Agli Esteri si è sentito il bisogno di nominare ben 4 assistenti per Emma Bonino (Lapo Pistelli, Bruno Archi, Marta Dassù, Mario Giro) della quale evidentemente i membri della casta si fidano poco. Di Archi c’è da dire che, chiamato a testimoniare nel 2012 nel processo Ruby, ha avvalorato la versione della “nipote di Mubarak”.

 

Alla Giustizia andranno Giuseppe Beretta e Cosimo Ferri. Roberta Pinotti (già candidato sindaco, poi trombato, di Genova) del Pd e Gioacchino Alfano (solo omonimo di Angelino) siederanno invece al ministero della Difesa. Il colpo di scena arriva al ministero dell’Economia dove, oltre a Luigi Casero Pierpaolo Baretta e Alberto Giorgetti, si è conquistato un posto da viceministro proprio Stefano Fassina, il responsabile economico del Partito Democratico spostato su posizioni quasi “di sinistra” che vanno a cozzare sia con l’impostazione ultraeuropeista decisa da Letta, sia con l’ideologia del banchiere-burocrate Maurizio Saccomanni, passato dalla Banca d’Italia alla poltrona più alta di via XX settembre.

Tanti nomi, tre, anche per lo Sviluppo Economico. Tra questi spicca quello di Antonio Catricalà, già sottosegretario alla presidenza del consiglio del governo Monti e adesso riscopertosi improvvisamente lettiano. Al ministero delle Infrastrutture e Trasporti, oltre a Erasmo De Angelis e Rocco Girlanda, farà il suo ingresso Vincenzo De Luca, il primo cittadino di Salerno in quota Pd, indagato nell’inchiesta sul progetto urbanistico Crescent. Altro nome di grido è quello di Jole Santelli, l’ultrà berlusconiana in passato avvocato nello studio Previti, divenuta sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali insieme a Carlo Dell’Aringa e Cecilia Guerra. All’Istruzione rispunta un altro Tecnico montiano, Marco Rossi Doria, mentre ai Beni Culturali è stata parcheggiata Ilaria Borletti Buitoni, generosa foraggiatrice della campagna elettorale del Professore con il loden.

Ma le sorprese non sono finite qui perché, tra i sottosegretari alla presidenza del Consiglio, si trovano i nomi di Michaela Biancofiore -l’amazzone berlusconiana che si è aggiudicata come “premio fedeltà” le Pari Opportunità– e quello scottante di Gianfranco Miccichè, l’intramontabile animatore di Grande Sud, colpito da un mezzo infarto durante la campagna elettorale, sempre al centro di voci e scandali ma mai condannato. Miccichè è riuscito non si sa come a diventare sottosegretario alla Pubblica Amministrazione, forse, anche lui, come premio alla carriera di fondatore di Forza Italia. Ma i dubbi permangono.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: