De Gregorio al telefono con Mentana: “Pronto ad andare in carcere”

Sergio De Gregorio non smette di parlare. L’ex parlamentare dell’Idv, passato poi armi e bagagli nel Pdl di Berlusconi durante il governo Prodi 2006-2008, sta mettendo nei guai il Cavaliere con le sue accuse, ripetute non solo di fronte ai magistrati napoletani Piscitelli e Woodcock, ma anche su tv e giornali che non fanno che rilanciare la notizia della presunta corruzione che l’entourage di Arcore avrebbe messo in atto per convincere De Gregorio, e non solo lui, a cambiare casacca per poter contribuire alla caduta dello zoppicante esecutivo di centro-sinistra guidato da Romano Prodi.

Questa volta la gola profonda di De Gregorio si è cimentata al telefono con il direttore del tg di La7 Enrico Mentana. “Ho lavorato per mandare a casa quello che ritengo ancora oggi il Governo più impopolare della storia della Repubblica italiana: il governo Prodi”, conferma a Mentana il senatore ancora in carica, aggiungendo di essere “rimasto colpito dal fatto che Berlusconi, chiedendomi di passare al centrodestra, ritenne di voler finanziare il movimento politico Italiani nel mondo per tre milioni di euro”. Lo scaltro De Gregorio vorrebbe far bere a pm e opinione pubblica la balla della sua reazione di sorpresa di fronte alla generosità dimostrata dal Cavaliere, proprio lui che ha vissuto quel voltafaccia come un “ritornare a casa. Quello di centrodestra era lo schieramento che mi era usuale, avendo io sempre vissuto in Forza Italia”.

 

Tralasciando la domanda che sorge spontanea sul perché, allora, il leader degli Italiani nel mondo (quali esattamente non si sa) si sia iscritto al partito di Di Pietro pur essendo berlusconiano, non si capisce ancora perché De Gregorio abbia deciso di vuotare il sacco. Secondo Berlusconi il senatore sarebbe stato ricattato dalla “magistratura cancro della democrazia” che avrebbe minacciato per lui la galera in caso di mancata collaborazione. Ma questa spiegazione non sta in piedi, anche se non ci sono dubbi che un personaggio del calibro di De Gregorio agisca così  per trarre esclusivi vantaggi per la sua persona.

Quello che si presenta al telefono con Mentana è un parlamentare, un cittadino, che si dipinge onesto ed al di sopra di ogni sospetto: “Perché due milioni mi siano stati dati in nero non lo so, ma so che mi sono stati dati attraverso Lavitola e, trattandosi di un reato, se ho deciso questa ulteriore ripulitura, era giusto che lo dicessi ai magistrati”. Circostanza resa davvero poco credibile dalla sola presenza sulla scena del duo Lavitola-Berlusconi. Ma De Gregorio non recede dalla sua fantascientifica linea difensiva e aggiunge: “Non so che cosa Lavitola sappia o no, perché so ciò che ho fatto io, e mi sono assunto le mie responsabilità e credo che Lavitola possa sicuramente confermare queste circostanze e l’ho già invitato pubblicamente a farlo”.

Un fiume in piena che rischia di travolgere quel che resta del berlusconismo perché De Gregorio aggiunge anche di “sapere che Berlusconi aveva intitolato ‘Operazione libertà‘ il tentativo di intercettare le volontà di altri senatori interessati a cambiare schieramento. In un caso sono stato io a fare da tramite, in altri casi non so”. Intanto da Napoli trapela l’indiscrezione che gli inquirenti vorrebbero ascoltare come perona informata sui fatti anche Niccolò Ghedini, l’onorevole-avvocato di B., dopo aver fissato il 5, 7 o 9 marzo come possibili date dell’interrogatorio del Cavaliere in una caserma della Guardia di Finanza di Roma. Questa volta la sensazione è che la banda Berlusconi non riuscirà a cavarsela tanto facilmente. La delazione di De Gregorio è una spina nel fianco perché il senatore sembra un cinghiale ferito a cui è stato tolto qualcosa (per esempio la ricandidatura con il Pdl): “Certamente non ho chiesto sconti ai magistrati, andrò serenamente agli arresti e rifletterò sul disvalore di alcune mie condotte”.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: