La7 a Cairo: Bersani attacca Berlusconi

Il consiglio di amministrazione Telecom, riunitosi nella serata di lunedì, ha visto trionfare la linea del presidente Franco Bernabè e uscire sconfitta quella degli azionisti di riferimento Mediobanca e Banca Intesa. La7 andrà ad Urbano Cairo, imprenditore nel campo dell’editoria, della pubblicità, nonché presidente del Torino calcio. Niente da fare per il Fondo Clessidra di Sposito e per l’azione di disturbo portata da Diego Della Valle fuori tempo massimo. Adesso restano da definire i particolari di una svendita che vedrebbe il presidente granata ottenere non solo il canale televisivo La7, completo dei pezzi da 90 come Mentana e Santoro, ma anche un tesoretto da 95 milioni di euro che Telecom è disposta ad elargire pur di liberarsi di un asset commerciale infarcito di debiti.

Un vero colpo Gobbo (inteso come juventino) per l’imprenditore dal cuore granata, noto per l’aura di fortuna che lo circonderebbe, ma soprattutto per la conoscenza di vecchia data coltivata con Silvio Berlusconi, il tycoon di Mediaset. Cairo è un ex dipendente di Berlusconi ed è lui stesso a ricostruire, intervistato dal Corriere della Sera, gli anni trascorsi a Cologno Monzese:  “Ho avuto un periodo di lavoro anche bello che mi ha dato molto alla Fininvest. Ma nel ’95 fui licenziato senza troppi riguardi pur avendo fatto dei buonissimi risultati. Sotto di me Mondadori Pubblicità passò da 400 a 500 miliardi di lire”. Episodio del licenziamento negato da Berlusconi che, comunque, cerca di mantenere le distanze mediatiche dalla sua brutta e povera copia: “Non ho rapporti con Urbano Cairo, per alcuni anni è stato mio assistente. E’ diventato imprenditore in proprio. E’ diverso tempo che non lo sento. E’ andato a fare l’imprenditore personale per una scelta che ho condiviso”.

 

Un gioco delle parti che non ha evidentemente convinto una vecchia volpe della politica come Bersani, passato per anni sopra ai madornali conflitti di interesse berlusconiani, ma oggi fermamente convinto che dietro l’operazione Cairo-La7 stia manovrando la longa manus di Arcore. Per questo il segretario del Pd è partito subito al contrattacco, invece di starsene zitto e buono come negli ultimi anni. Se i Democratici dovessero conquistare Palazzo Chigi ci sarà subito “l’azzeramento della Gasparri. Una legge mostruosa, voluta da Berlusconi per imporre il far west televisivo e per fare tutto ciò che ha creduto e voluto nel settore delle tv”. Una sacrosanta verità che gli inciuci della Bicamerale, i Dalemoni (D’Alema e Berlusconi) e gli occhi foderati di prosciutto non hanno consentito a Bersani nemmeno di notare in questi anni.

Ma, si sa, i tempi cambiano, e di fronte al montante Tsunami grillino Bersani è stato costretto a calarsi nella parte del malvagio comunista mangiatore di bambini. La perfida idea del Pd è quella di introdurre un tetto alla raccolta pubblicitaria, ma non solo. Per scoprire se dietro Cairo si nasconda il Caimano, Bersani chiederà all’Agcom, all’Antistrust e al ministero delle Comunicazioni “di verificare se esistono accordi sotto banco o patti segreti”. A correre in soccorso del segretario è stato proprio Massimo D’Alema, colui che ha permesso lo “sdoganamento democratico” di Berlusconi. “È importante capire in quali mani finisce una rete televisiva come La7 che in questi anni ha fatto informazione indipendente”, ha detto un infastidito, e fastidioso, Lìder Massimo.

Intanto Bernabè cerca di convincere gli scettici, promettendo che “il pluralismo televisivo sarà assicurato con Urbano Cairo. Cairo è un editore puro e questo garantisce l’indipendenza della linea editoriale che ha assicurato il successo del canale televisivo che è ora in vendita”. Promesse da marinaio che evidente non hanno convinto nessuno. Berlusconi invece ha definito “un avvertimento mafioso” le minacce politiche del Pd. Detto da lui che se ne intende.

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: