VOGLIONO UCCIDERE BEPPE GRILLO!

“Il Boom non si vede, ma si sente”. Come non dare ragione alle parole apparse sul blog di Beppe Grillo per rispondere a Giorgio Napolitano, l’ammuffito Presidente dei Partiti, che si è permesso di spogliarsi del suo ruolo super partes per entrare a gamba tesa nel bel mezzo di una campagna elettorale che rischia di diventare uno spartiacque della storia politica e civile italiana? (GUARDA IL VIDEO http://www.youtube.com/watch?v=qAUShdQmY1U )

Nelle urne il Boom del Movimento 5 Stelle, checché ne dica il cieco stalinista Giorgio, c’è stato e come, e state certi che il suo tonfo fragoroso risuonerà ancora per molto all’interno dei Palazzi del Potere. La casta dei Ladri che ha dato vita al governo Monti ci aveva provato in tutti i modi a disinnescare la mina della montante protesta popolare, incanalatasi soprattutto nelle rivendicazioni e nelle proposte espresse dai grillini nella Rete e nelle piazze italiane. Richieste semplici e chiare che potrebbero essere riassunte nel concetto: “Basta ladri al governo del paese e avvio di un nuovo modo di pensare la gestione del Bene Comune” http://www.beppegrillo.it/ .

La prima arma a disposizione dei Professionisti della Politica è stata ovviamente quella della calunnia e della menzogna che, dal 2007, anno del debutto “politico” di Grillo, sono state sistematicamente rovesciate addosso al comico genovese, arrivato ad essere definito persino FASCISTA, ma esclusivamente reo di aver saputo interpretare e coagulare il malcontento delle giovani generazioni (ma adesso anche i “vecchi” sembrano essersi risvegliati dal torpore della Seconda Repubblica) nei confronti di un sistema marcio che per decenni ha consentito ad una minoranza di farabutti di arricchirsi alle spalle e con i soldi dei cittadini onesti.

Certo, fino al momento dell’esito funesto delle elezioni amministrative (berlusconiani, centristi e leghisti evaporati, piddini ancora convinti di essere sopravvissuti, ma ridotti a morti viventi e già con un piede nella fossa della Casta), nessuno nel Palazzo aveva mai provato un vero e proprio senso di paura, paura di venir cancellato dalla scena politica, costretto alla fuga dall’Italia o, peggio ancora, di finire appeso in qualche pubblica piazza.

Timore però sì, quello c’era, ma più che altro di perdere temporaneamente qualche voto, e qualche poltrona, a causa della crisi economica provocata dal sistema finanziario capitalista diretto dalle Banche. Con l’investitura dall’Alto del rappresentante di Wall Street, Mario Monti, si era pensato di poter tappare la falla con una pezza fatta di carta, mettendo così la sordina alla rabbia popolare (il discorso ovviamente vale anche per gli altri paesi europei, Grecia in primis). Peccato che quel comico sfigato di Beppe Grillo (ma se non fosse esistito lui il suo posto sarebbe stato preso da qualcun altro) sia riuscito a rompere gli schemi, dando così il via ad una serie di reazioni a catena il cui esito resta ancora misterioso. Certo è che la Storia, soprattutto quella italiana, dovrebbe insegnarci qualcosa: i personaggi scomodi che non si è riusciti a mettere a tacere, da Moro a Dalla Chiesa, passando attraverso gli infiniti Misteri italiani, per arrivare fino a Falcone e Borsellino, sono infine sempre stati ELIMINATI FISICAMENTE. E, ci dispiace doverlo ammettere, per come si stanno mettendo le cose, l’unico modo per fermare Grillo sembra essere rimasto proprio quest’ultimo. Ah dimenticavo: a sparare al dirigente dell’Ansaldo di Genova pare sia stato proprio il genovese Grillo, visto passare con il volto travisato (vedi foto) da numerosi testimoni vicino al luogo dell’agguato appena pochi minuti prima del Boom!

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: