Atene brucia: rivolta greca, rivolta globale

Gli occhi di tutta Europa sono puntati sul piccolo parlamento di Atene che ha votato l’ennesimo “Piano Povertà” per i suoi cittadini, solo per soddisfare il ricatto imposto dal Sistema Europa ad un popolo che dovrebbe essere libero e sovrano, ma che invece si è ritrovato schiavo di un padrone invisibile http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-02-12/grecia-orlo-abisso-restare-173822.shtml?uuid=Aa60vpqE . E ci mancherebbe pure che i grandi ingannatori di Ue, Bce e Fmi non fossero preoccupati dal possibile collasso del loro sistema di sfruttamento basato sul furto legalizzato e continuato del prodotto del lavoro di milioni di persone.

Intanto Atene brucia. Le strade che circondano i Palazzi del Potere sono state prese d’assedio e messe a ferro e fuoco da centinaia di migliaia di cittadini esasperati che stanno mettendo in atto una vera e propria RIVOLTA contro coloro che, a ragione, sono ritenuti gli unici responsabili della crisi del Paese. Ma perché milioni di greci stanno diventando poveri? L’assunto propagandato dai media al servizio del Capitale Globale è che la penisola ellenica ha vissuto per troppi anni al di sopra delle proprie possibilità, poggiando la sua solo apparente esplosione di benessere sulle fondamenta di argilla dell’allargamento incontrollato del buco del debito pubblico: “I soldi sono finiti, è giunto il momento di tirare la cinghia per ripagare i debitori e non andare in fallimento!”. Niente di più falso, una bugia imposta da una minoranza di parassiti della società, il mitico 1%, al solo scopo di continuare a favorire le speculazioni dei grandi gruppi bancari mondiali a danno del restante 99%.

La responsabilità di ciò che sta accadendo non è di milioni di onesti e ingenui cittadini-lavoratori, ma di chi ha mentito loro per decenni. In queste ore poi, è in gioco la sopravvivenza stessa dell’Europa, nata con l’esclusivo fine di agevolare gli interessi dei voraci speculatori finanziari che operano e si riproducono inevitabilmente all’interno del SISTEMA di MERCATO GLOBALE NEOLIBERISTA. Caduta Atene cadrà anche Bruxelles. Ecco perché il duo Merkozy e il “cocco di Washington” Mario Monti  (GUARDA IL VIDEO http://video.repubblica.it/politica/monti-obama-l-incontro-alla-casa-bianca/87773/86166 ) si mostrano così preoccupati e cercano di sostenere con ogni sotterfugio, anche in Italia, la bislacca tesi che debbano essere le “persone normali”, la maggioranza, la classe medio-bassa che compie sacrifici ogni giorno, a dover riparare ai danni causati da un’infima minoranza di grassatori della società come banchieri, operatori finanziari, amministratori compiacenti e pseudo-intellettuali prezzolati. Ma che se lo ripaghino da LORO questo DEBITO! Se questi saranno l’Europa e il Mondo del futuro, uniti dall’imperativo dello sfruttamento economico e sociale di una minoranza sulla maggioranza, speriamo allora che Atene continui pure a bruciare e che, dal Partenone, si propaghi come un effetto domino, una reazione a catena, un fuoco purificatore che riesca a spazzare via le palesi contraddizioni di un sistema che è ingiusto per sua stessa natura http://it.wikipedia.org/wiki/Capitalismo .

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

1 Commento

  1. Mal di testi

     /  13 febbraio 2012

    Sì, infatti basta con le bugie di questi ipocriti

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: